Il Gruppo REHAU sospende le attività in Russia

14.03.2022

Con orrore e grande preoccupazione stiamo assistendo allo sviluppo della crisi e alla crescente sofferenza del popolo ucraino. Come azienda operante in Ucraina, così come in Russia e Bielorussia, ribadiamo la nostra posizione:

  • Condanniamo fermamente l'attacco all'Ucraina e al suo popolo.
  • E' una guerra contro l'umanità, contro la libertà di tutti noi e contro la pace in Europa.
  • E' quindi una guerra contro i valori che noi, come Gruppo REHAU, sosteniamo.

Abbiamo deciso di sospendere la nostra attività in Russia e Bielorussia.

La Russia in particolare, dove siamo presenti da molti anni, è un mercato importante per noi. Ci auguriamo che la situazione cambi presto in modo tale da poter riprendere le nostre attività in entrambi i paesi.

Ora la nostra priorità è la sicurezza dei nostri colleghi e delle loro famiglie in Ucraina e di coloro che stanno lasciando il paese. Tempo fa abbiamo già iniziato a preparare possibili scenari ed è in atto un aiuto concreto su diversi livelli: 

  • Come azienda, abbiamo istituito il fondo "Family for families", volto ad offrire supporto a breve termine ma anche pensato per la successiva ricostruzione;
  • Un team dedicato coordina il supporto ai colleghi in Ucraina, ma anche  alle persone in fuga. Siamo in costante contatto con il Management locale.
  • Abbiamo creato un conto attraverso cui i nostri 20.000 dipendenti possono aiutare direttamente i loro colleghi e le loro famiglie in Ucraina.  

Ci auguriamo che torni presto la pace, in questo momento il nostro pensiero va a tutte le persone colpite dal conflitto.

MA-D1070_CL - 1100738

Dr. Veit Wagner
Presidente del Gruppo REHAU



 

Con orrore e grande preoccupazione stiamo assistendo allo sviluppo della crisi e alla crescente sofferenza del popolo ucraino.

Come azienda operante in Ucraina, così come in Russia e Bielorussia, ribadiamo la nostra posizione:

  • Condanniamo fermamente l'attacco all'Ucraina e al suo popolo.
  • E' una guerra contro l'umanità, contro la libertà di tutti noi e contro la pace in Europa.
  • E' quindi una guerra contro i valori che noi, come Gruppo REHAU, sosteniamo.

Abbiamo deciso di sospendere la nostra attività in Russia e Bielorussia. La Russia in particolare, dove siamo presenti da molti anni, è un mercato importante per noi. Ci auguriamo che la situazione cambi presto in modo tale da poter riprendere le nostre attività in entrambi i paesi.

Ora la nostra priorità è la sicurezza dei nostri colleghi e delle loro famiglie in Ucraina e di coloro che stanno lasciando il paese. Tempo fa abbiamo già iniziato a preparare possibili scenari ed è in atto un aiuto concreto su diversi livelli: 

  • Come azienda, abbiamo istituito il fondo "Family for families", volto ad offrire supporto a breve termine ma anche pensato per la successiva ricostruzione;
  • Un team dedicato coordina il supporto ai colleghi in Ucraina, ma anche  alle persone in fuga. Siamo in costante contatto con il Management locale.
  • Abbiamo creato un conto attraverso cui i nostri 20.000 dipendenti possono aiutare direttamente i loro colleghi e le loro famiglie in Ucraina.  

Ci auguriamo che torni presto la pace, in questo momento il nostro pensiero va a tutte le persone colpite dal conflitto.

MA-D1070_CL - 1100738

Dr. Veit Wagner
Presidente del Gruppo REHAU


Engineering progress

Enhancing lives